Google rischia grosso nel mirino dell’Antitrust UE

 

  • CFD su più di 2.000 azioni - Tutte le principali borse finanziarie.
  • Software proprietario - Facile da installare, facile da usare, interfaccia intuitiva. Funziona su tutti i dispositivi.
  • Società regolamentata - Plus500UK Ltd è autorizzata e regolamentata dall'Autorità della Condotta Finanziaria (FRN 509909).
    Plus500CY LTD è autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (Licenza N. 250/14)..

 

  • Bonus di Benvenuto: 100% Fino a 5.000$
  • 6 classi di asset: CFD su più di 300 strumenti
  • Piattaforme Trading "Industry Standard": MetaTrader4 e MetaTrader5
  • Broker con licenza e regolamentato - XM Group è titolare delle licenze della FCA nel Regno Unito.

 

  • Fino a $10mila di Bonus al momento dell'iscrizione - Dal 20% al 50%, a seconda del deposito iniziale.
  • Webinar di Formazione sul Trading + Corsi online + video tutorials gratuiti.
  • Gestore Cliente Analista Senior - Per tutti i tipi di account.
  • Carta di Debito Ava - Ritira i tuoi guadagni su una carta di debito e utilizzala sia per pagamenti on-line sia ai bancomat.

 

  • Formazione gratuita - formazione personalizzata, eBooks esclusivi, webinar, tutorial video.
  • Notizie di mercato e analisi. Tutti i giorni.
  • Le più popolari e potenti piattaforme di trading: MT4, Sirix WebTrader e altre ancora.

Ormai è ufficiale, la Commissione Europea ha deciso di muoversi contro il colosso Google su vari aspetti legali. L’Antitrust che è l’autorità garante della concorrenza e del mercato già da tempo aveva Google nel proprio mirino e dopo aver studiato per bene le accuse ha deciso di concretizzarle. L’ Unione Europea infatti potrebbe imporre fino al 10% di tutto il fatturato globale che ammonterebbe addirittura alla straordinaria cifra di 6 miliardi di dollari. Sono già in molti a comparare la suddetta notizia con quella rivolta qualche anno dall’UE a Microsoft per abuso di posizione dominante attraverso il sistema operativo più conosciuto al mondo, ovvero Windows. Si tratta del più grosso attacco ad una multinazionale USA e Google è già pronto a difendersi. Infatti dall’avvio della procedura all’azienda sono state concesse 10 settimane per farlo e quindi per:

  • Riuscire a portare prove concrete sulla sua innocenza.
  • Provare a recuperare la fiducia di tutti i suoi clienti e consumatori.
  • Tentare di evitare il grossissimo esborso di denaro che peserebbe molto per le proprie casse e dal punto di vista azionario.

Prezzo azioni Google (Plus500 CFD)

Guerra tra UE e Google: quali sono le accuse?

Le accuse si muovono essenzialmente su due fronti legali:

  • Il primo è l’indagine sulle ricerche Web che nonostante sembrasse una faccenda risolta è stata rimessa in discussione. In poche parole il commissario Vestager ha accusato Google sull’ abuso di potere con queste parole “Google mostra in posizioni più visibili, nei risultati di ricerca i suoi servizi di comparazione di prodotti indipendentemente dal merito”. In questo modo le ricerche di Google non garantirebbero dei risultati neutri.
  • La seconda, e non per minore gravità, è l’accusa di aver approfittato della propria posizione nel settore mobile per “costringere” in qualche modo tutti i produttori di tablet o smartphone a pre-installare esclusivamente i servizi e le applicazioni di Google sui loro dispositivi.

Queste accuse di certo non sono positive per lo stock Google che si trovava già ad affrontare una serie di rischi  e le multe dell’Antitrust di certo non aiuteranno la situazione. Il dollaro forte negli Stati Uniti crea notevoli turbolenze nelle valute che vanno aggiunte alla notizia che il titolo Google è stato sotto classato di 16 punti percentuali negli ultimi anni.

Cosa significa l’accusa per lo stock Google?

Iniziando a parlare di conseguenze finanziarie, possiamo dire che sicuramente questa notizia negativa ha smosso tutto il sistema borsistico e potrebbe avere ricadute pesanti sull’andamento dei mercati. Google come ben sappiamo è leader mondiale anche nel mercato Europeo dei motori di ricerca. Detiene l’incredibile quota di mercato del 90%, il restante è da dividere tra Yahoo ed altri. In poche parole Google ha molto da perdere da questo attacco in ambito Europeo ed in particolare:

  • Se fossero vere le accuse poste nei confronti dell’azienda, i consumatori cambierebbero radicalmente idea su Google percependola come una società corrotta.
  • La salatissima multa di 6 miliardi di dollari comporterebbe un uscita del 10 % del fatturato globale che potrebbe trascinarsi un forte andamento al ribasso.

Il punto più importante tra questi due è sicuramente il primo, basti pensare infatti  che nel 2014 soltanto il 43% dei ricavi è pervenuto dagli Stati Uniti e che la stragrande maggioranza dei clienti si trova essenzialmente in Europa e in Giappone. Perdere clienti e quindi credibilità comporterebbe una situazione negativa per lo stock Google

Inizia ora il trading su azioni Google, con i CFD

Approfitta facendo trading sulle azioni Google

Tenendo conto di queste informazioni e dando un’occhiata al grafico di queste ore che segna un -1,20% nella borsa, consigliamo di fare trading utilizzando i conti CFD, oppure contratti per differenza che sono un modo per operare sulle oscillazioni di prezzo sia positive al rialzo che negative al ribasso come in questo caso per le azioni Google. Attraverso i siti dedicati chiunque lo volesse può anche iniziare a giocare in borsa con le azioni Google per poi cercare di guadagnare aprendo posizioni reali. Un ottimo modo per trarre profitto nel breve termine sarà quello di fare trading sulle azioni Google offerti da Plus500, dove qualora si avrà un rialzo si potrà anche comprare le già citate azioni.

Apri un conto CFD con uno dei seguenti broker e inizia subito a fare trading:

BrokerDeposito MinimoLeva CFD AzioniUtilizzo sui dispositiviApri un conto
$1001:20

Name Button

Comprare Azioni Google con AVA Trade$1001:20

Name Button

Trading Azioni Google CFD con Markets.com$1001:20

Name Button

Quali saranno le conseguenze dell’accusa per Google?

Raccontaci la tua opinione e lascia un commento qui sotto:

Commenti